^

Dov’è? Quello che succede tutti i giorni e che torna a succedere ogni giorno, il banale, il quotidiano, l’evidente, il comune, l’ordinario, l’infra-ordinario, il rumore di fondo, l’abituale, come renderne conto, come interrogarlo, come descriverlo? Interrogare l’abituale(..) Come parlare di queste “cose comuni”, o, piuttosto, come braccarle, come stanarle, come staccarle dal pietrisco nel quale sono inglobate, come dar loro un senso, una lingua: che parlino, infine, di quello che è, di quello che siamo. Forse di tratta di fondare, finalmente, la nostra antropologia: quella che parlerà di noi, che cercherà, dentro di noi, quel che abbiamo sottratto, così a lungo, ad altri. Non più l’esotico, ma l’endotico. Interrogare quello che sembra talmente evidente che ne abbiamo dimenticato l’origine.

Chi siamo

Siamo un team di professionisti di Parma che condivide spazi, idee, competenze e creatività. Ci occupiamo di fotografia, di linguaggi informatici, di video e raccontiamo storie di persone, aziende e prodotti. Infraordinario Studio è uno spazio creativo dove passione e curiosità si fondono dando vita a progetti originali e personalizzati.

CONTATTI

Se vuoi saperne di più su Infraordinario o vuoi contattarci scrivici a

info@infraordinario.it